Materiali e attrezzature per il restauro e la conservazione
   

Vendita on line sistema composito acrilico cementizio Jesmonite AC730

RESTAURO DORATURA E ICONOGRAFIA CALCHI E STAMPI IMPAGLIATURA MOSAICO DISINFESTAZIONE
SFX SCULTURA LAVORAZIONE DEL LEGNO TRATTAMENTO DEI METALLI PITTURA TRATTAMENTO DEL LEGNO

Jesmonite AC730

Jesmonite AC730

DESCRIZIONE DELLA JESMONITE AC730

La Jesmonite AC730 è un sistema bi-componente a base acquosa costituito da un polimero acrilico liquido incolore (come anche la Jesmonite AC100) e da una base cementizia in polvere a presa rapida, modificata con l'aggiunta di speciali cariche e pigmenti che consentono di ottenere una gamma di finiture decorative con un realistico effetto pietra adatte per utilizzi in ambienti esterni.

La Jesmonite AC730 indurisce a temperatura ambiente grazie alla miscelazione in specifici rapporti (100 parti di base cementizia in polvere + 20 parti di resina liquida in peso) dei due componenti che formano un composto perfettamente fluido, privo di solventi e COV, adatto per colate in stampo e stratificazioni con fibre di rinforzo per la produzione di compositi.

Trascorso il tempo di sformatura (180 minuti ca.), la Jesmonite AC730 produce modelli con un ritiro lineare pressoché nullo (0.1%) e dotati di ottima stabilità dimensionale, caratterizzati da un'elevatissima durezza, perfetta presa del dettaglio e con una compattezza e resistenza all’urto superiore a qualsiasi gesso (gesso alabastrino, gesso ceramico, gesso sintetico).
I modelli prodotti con la Jesmonite AC730 sono inoltre caratterizzati da bassissima permeabilità che ne garantisce una perfetta durabilità in qualsiasi condizione legata agli agenti atmosferici e li rendi in particolar modo resistenti all’esterno e all'immersione in acqua.
I modelli prodotti con Jesmonite AC730 possiedono inoltre un'eccellente resistenza all'abrasione, alla compressione, alla trazione e al fuoco.
La Jesmonite AC730 è caratterizzata da un ridotto contenuto di calce libera e quindi da un basso livello di alcalinità garanzia di un significativo contenimento delle efflorescenze rispetto ai normali sistemi cementizi Portland.

Grazie a queste caratteristiche il sistema Jesmonite AC730 è ideale per realizzare applicazioni composite decorative tramite laminazione manuale con fibra di vetro (es. tessuto quadriassiale in fibra di vetro, chopped strands, ecc.), in particolar modo per la produzione di opere architettoniche anche di notevoli dimensioni (es. sculture, scenografie, ambientazioni, attrazioni acquatiche, ecc.).
La Jesmonite AC730 si presta anche a essere colata in stampi aperti di gomma siliconica con o senza l'aggiunta di rinforzo in fibra di vetro (chopped strands), utile in caso di produzione di statue e altri oggetti ornamentali.

La Jesmonite AC730 rappresenta quindi una valida alternativa, esente da solventi e quindi completamente atossica, per tutti gli operatori che vogliono ridurre i rischi per la salute dovuti all'utilizzo di resine a solvente (es. resina poliestere). L'assenza di solventi garantisce anche di poter utilizzare la Jesmonite AC730 come rivestimento protettivo di modelli realizzati in polistirolo e polistirolo espanso.

La Jesmonite AC730 è disponibile in 8 colorazioni (marmo bianco, granito grigio argento, pietra naturale, pietra di Portland, bathstone, arenaria gialla, terracotta e pietra nera) che è comunque possibile modificare colorandole durante la preparazione con pigmenti in polvere, coloranti universali, pigmenti metallici, ecc.
Una volta induriti i modelli in Jesmonite AC730 possono essere decorati con colori acrilici, colori a tempera, smalti, e vernici in genere, per realizzare patinature, ossidazioni, invecchiamenti e decorazioni di ogni genere anche con metalli in foglia.

CARATTERISTICHE TECNICHE DELLA JESMONITE AC730

Rapporto di Miscelazione: 100(polvere):20(liquido) in peso
Densità (umido): 1,950 g/cm3
Densità (asciutto): 1,850 g/cm3
Tempo di presa: 25-30 minuti (18°C)
Tempo di sformatura: 2-3 ore (18°C)
Ritiro: <0.1%

COLORAZIONI DELLA JESMONITE AC730

marmo bianco granito grigio argento
Jesmonite AC730 Jesmonite AC730
pietra naturale pietra di Portland
Jesmonite AC730 Jesmonite AC730
bathstone arenaria gialla
Jesmonite AC730 Jesmonite AC730
terracotta pietra nera
Jesmonite AC730 Jesmonite AC730

COMPOSIZIONE KIT DELLA JESMONITE AC730

  • Confezione da 1.2 kg: 1kg comp.A in polvere + 200g di comp.B liquido
  • Confezione da 6 kg: 5kg comp.A in polvere + 1kg di comp.B liquido
  • Confezione da 30 kg: 25kg comp.A in polvere + 5kg di comp.B liquido

Jesmonite AC730

SCHEDA TECNICA

MANUALE D'USO

Kit da 1.2 kg € 10,50
Kit da 6 kg € 42,00
Kit da 30 kg € 168,00

Istruzioni per l'uso
UTILIZZO DELLA JESMONITE AC730

Misurare i due componenti della Jesmonite AC730 avendo cura di rispettare il rapporto di miscelazione 100 parti di base in polvere + 20 parti di resina liquida in peso con l'aiuto di una bilancia digitale.
Per un corretto calco del consumo di Jesmonite AC730 bisogna tenere conto che ogni 1000 ml di volume da riempire per colata richiede 1950 gr di miscela (polvere+liquido) di Jesmonite AC730. Mentre per la laminazione il consumo è di 1950 gr/mm di spessore per ogni metro quadrato da laminare.
Miscelare i due componenti della Jesmonite AC730 usando un mescolatore elettrico a basso numero di giri (MAX 1000 giri/minuto) dotato di elica. Per quantità ridotte di prodotto sarà sempre possibile effettuare la miscelazione manuale, eventualmente con l'ausilio di una ciotola in silicone e un abbassalingua o una spatola in modo da generare una forza sufficiente a evitare la formazione di grumi.
Aggiungere la polvere al liquido continuando a miscelare fin quando il composto di Jesmonite AC730 sarà esente da grumi, ma avendo cura al contempo di evitare che la miscelazione causi fastidiosi inglobamenti d'aria (120 secondi di miscelazione sono generalmente sufficienti).
Prima di colare o stratificare la Jesmonite AC730 bisogna accertarsi che il calco da utilizzare sia perfettamente antiaderente. Se il calco è stato prodotto in gomma siliconica che possiede spiccate proprietà antiaderenti, non sarà necessario applicare agenti di distacco. Nel caso invece si utilizzassero calchi realizzati con altri tipi di materiali (es. vetroresina, gesso, cemento, legno, ecc.), sarà necessario trattare preventivamente la superficie del calco con cera distaccante. Nel caso di calchi in legno, gesso o comunque materiali a poro aperto, consigliamo di trattare la superficie del calco con una vernice turapori (turapori alla gommalacca naturale, turapori alla gommalacca decerata) prima della cera distaccante.

Applicazione della Jesmonite AC730 per colata
Ottenuto un composto omogeneo sarà possibile colare la Jesmonite AC730 direttamente in uno stampo, meglio se in gomma siliconica, avendo cura di farlo vibrare per facilitare il rilascio dell’aria inglobata durante la fase di miscelazione. L’applicazione a pennello di un primo strato di Jesmonite AC730 sulla superficie dello stampo, prima di versare il resto del composto, aiuta ad evitare l'eventuale formazione di bolle d'aria.
Sarà possibile rinforzare la Jesmonite AC730 aggiungendo nel composto già miscelato fibre di vetro (chopped strands da 2 a 13 mm) in ragione del 2-5% in peso, rimescolando sino a distribuirli uniformemente in tutto il composto. E' possibile però che le fibre di vetro restino visibili sulle superfici dei manufatti colati. Per prevenire questo inconveniente consigliamo di applicare all'interno del calco una prima mano di Jesmonite AC730 senza chopped strands, con funzione di gel coat.

Applicazione della Jesmonite AC730 per stratificazione
La Jesmonite AC730 può essere usata anche per produrre manufatti compositi per stratificazione manuale con fibra di vetro.
In questo caso consigliamo di applicare a pennello un primo strato di composto (polvere+liquido) di 1-2 mm di spessore sulla superficie del calco. Per rivestire le superfici verticali il composto può essere ispessito o addensato utilizzando della silice colloidale. Lavorare questo primo strato agendo sempre con il pennello sulla superficie del calco con funzioni di gelcoat, aspettando che raggiunga la fase iniziale di presa ma non l’indurimento completo prima di procedere alle successive fasi di stratificazione sempre date a pennello.
Si consiglia di rinforzare le stratificazioni di Jesmonite AC730 con del tessuto quadriassiale in fibra di vetro.
Il metodo raccomandato per una corretta stratificazione prevede di ribagnare la superficie della prima mano di Jesmonite AC730 con funzione di gelcoat, usando del composto non addensato. Adagiare poi uno strato di tessuto quadriassiale in fibra di vetro di rinforzo pennellando quindi attraverso questo strato un'ulteriore mano di composto fino ad impregnarlo completamente ed uniformemente.
Prima di applicare un secondo strato di tessuto di rinforzo, si consiglia di applicare a pennello, sempre attendendo che il primo strato raggiunga la fase iniziale di presa ma non l’indurimento completo, uno strato di 2-3 mm di spessore di Jesmonite AC730 contenente il 2-5% in peso di Chopped Strands. Questo strato di spessore servirà a distanziare il successivo strato di tessuto di rinforzo dal primo strato.
Applicare quindi il secondo strato di tessuto di rinforzo sopra lo strato distanziatore di Jesmonite AC730 ancora umido e impregnare con ulteriore composto per completare la stratificazione. Si sarà realizzata a questo punto una struttura a “sandwich”. Aumentando lo spessore dello spazio intermedio, utilizzando appunto Jesmonite AC730 caricata con chopped strands, si aumenta la resistenza del laminato finale.
Un laminato con uno spessore complessivo di 8mm, usando Jesmonite AC 730, peserà 15-16 kg/m2.
Ricordiamo che la Jesmonite AC730 possiede un tempo di lavorazione/presa iniziale di 25-30 minuti. Mentre il tempo di indurimento/sformatura si assesta sulle 2-3 ore.
Trascorso il tempo di lavorazione/presa iniziale la Jesmonite AC730 comincerà una reazione isotermica (calore di idratazione) che non dovrebbe superare 35°C. E' possibile che questa temperatura venga superata in caso di colate di grosso spessore che quindi dovrebbero essere mantenute umide utilizzando tela da sacchi bagnata o materiali similari per ridurre il calore di idratazione.
La Jesmonite AC730 sviluppa l’80% della sua resistenza finale entro le 24 ore dall'applicazione, alla temperatura di 16-18 °C.
Tutti i manufatti dovranno essere poi essiccati, dopo questo iniziale periodo di reticolazione, a una temperatura non superiore ai 40 °C.

Finitura superficiale della Jesmonite AC730
La Jesmonite AC730 è stata formulata per la creazione di finiture di pietra tramite l’impiego di acido o di sabbiatura. L’impiego di acido può essere eseguito solo dopo un processo di indurimento di almeno 24 ore. A tal proposito si consiglia di bagnare la superficie del pannello con acqua prima di applicare la soluzione acida. Tale accorgimento consente di ridurre il rischio di formazione di segni o di bruciature da acido nei punti del pannello in cui viene applicata. Prima di eseguire l’operazione, assicurarsi che l’area sia ben ventilata e posizionata nelle vicinanze di una fonte di acqua pulita. L’acido agisce rimuovendo la superficie per mettere in risalto l’aggregato e il pigmento decorativo presenti nel materiale. Lavare l’acido con un’abbondante quantità di acqua pulita e la superficie rivestita a secco con un panno asciutto e pulito. Solo in seguito a una completa asciugatura, la superficie rivela eventuali aree che richiedono ulteriori applicazioni. E' possibile utilizzare molte soluzioni acide, tra cui detergenti per mattoni, detergenti per vialetti e terrazze, ecc.

Jesmonite AC730

Tutti i prezzi pubblicati si intendono IVA inclusa. Le informazioni riportate possono essere soggette a modifiche senza preavviso.
Web site design, testi e grafica Copyright © 2010 Antichità Belsito Srl. E' vietata la riproduzione anche parziale.
Antichità Belsito Srl - Sede legale: via Prisciano, 22/A 00136 Roma - Sede operativa: via Giovan Battista Gandino, 34-40 00167 Roma
Tel/Fax 06.39.031.152 - E-mail: info@antichitabelsito.it - P.IVA/C.F. 04458921006