Materiali e attrezzature per il restauro e la conservazione
   

Vendita on line silicone per la creazione di effetti speciali di trucco estemporanei

RESTAURO DORATURA E ICONOGRAFIA CALCHI E STAMPI IMPAGLIATURA MOSAICO DISINFESTAZIONE
SFX SCULTURA LAVORAZIONE DEL LEGNO TRATTAMENTO DEI METALLI PITTURA TRATTAMENTO DEL LEGNO

Skin Imitator

Skin Imitator

DESCRIZIONE DELLO SKIN IMITATOR

Lo Skin Imitator è un silicone bicomponente al platino formulato come una pasta da modellazione e realizzato dalla Neill's Materials per la creazione di effetti speciali estemporanei direttamente sulla pelle.
Come per gli altri siliconi al platino (Platsil Gel 00-20, Platsil Gel 00-30, Platsil Gel 00, Platsil Gel 10, Platsil Gel 25), lo Skin Imitator è un sistema ideale per la realizzazione di applicazioni professionali di trucco prostetico ed effetti speciali, come ferite, cicatrici, ustioni, vesciche, ecc. Ma lo Skin Imitator si differenzia per il fatto che, essendo in pasta e non liquido (come lo Sculpt Gel della Mouldlife), può essere facilmente applicato direttamente sulla pelle e modellato dal truccatore con una spatolina, senza la necessità di ricorrere ad uno stampo e tantomeno alle tecniche di Lifecasting.
Anche gelatina prostetica, lattice e cera possono essere utilizzati efficacemente per creare effetti speciali estemporanei per modellazione diretta sulla pelle, ma lo Skin Imitator rispetto a questi presenta numerosi vantaggi. È infatti un prodotto estremamente rapido, non richiede alcuna preparazione per l'uso, è resistente all'acqua, segue perfettamente colore e movimenti della pelle ed è di consistenza durevole.
Come gli altri prodotti alternativi (es. lo Sculpt Gel), il kit dello Skin Imitator comprende i classici 3 componenti da utilizzare in parti uguali (parte A, B, e C), ma in più rispetto ai concorrenti, lo Skin Imitator è dotato di 2 componenti B, uno "trasparente" e uno color "pelle", consentendo di creare una più ampia gamma di effetti speciali.
Nel kit dello Skin Imitator, le parti A e B costituiscono i due componenti necessari per la corretta catalisi del silicone. La parte C dello Skin Imitator è invece esclusivamente un additivo ammorbidente (come il Deadener per i siliconi Platsil Gel). Aggiungendolo infatti al composto (A+B), si otterrà dopo l'indurimento un silicone più morbido e appiccicoso (più se ne aggiunge e più morbido e appiccicoso diverrà la gomma dopo la catalisi). Ciò è particolarmente utile quando bisognerà truccare zone molto mobili e flessibili del corpo, come la zona intorno alla bocca o quella del collo, dove è necessario una maggiore adesione e flessibilità del trucco prostetico. In queste zone infatti la pelle tende a essere sottoposta a maggiori allungamenti e mobilitazioni, rispetto ad altre parti più statiche come naso e orecchie.
Lo Skin Imitator è stato testato per l'utilizzo sulla pelle e in condizioni normali non causa irritazioni.
Lo Skin Imitator viene fornito con entrambi i colori pelle e trasparente, ma il colore potrà comunque essere sempre liberamente modificabile aggiungendo al prodotto piccole quantità di coloranti per gomme siliconiche.
Dopo la catalisi dello Skin Imitator sarà possibile perfezionare il colore della protesi tramite trucco utilizzando colori ad alcool.

Skin Imitator Neill's Materials

Kit da 200 ml € 25,50

Istruzioni per l'uso

UTILIZZO DELLO SKIN IMITATOR

Panoramica dello Skin Imitator

Utilizzare lo Skin Imitator è molto facile in quanto è un prodotto pronto per essere miscelato e applicato per la modellazione. Ma come per tutte le altre gomme siliconiche di poliaddizione, è necessario ricordare che bisogna evitare di metterlo a contatto con lattice o prodotti che contengono lattice. Tutti i siliconi al platino sono infatti molto sensibili al lattice (e a prodotti contenti zolfo come alcune plastiline) e l'esposizione a questo materiale potrebbe inibire la corretta catalisi della gomma. Come prima cosa consigliamo quindi di non manipolare lo Skin Imitator mentre si indossano guanti in lattice.
Generalmente è possibile affermare che lo Skin Imitator è ideale per la produzione di effetti speciali di piccole o medie dimensioni (ferite da taglio, ferite da perforazione, ustioni, vesciche, cicatrici, ferite da abrasione, ferite da arma da fuoco, rigonfiamenti da trauma, lacerazioni del tessuto, ecc.) per modellazione diretta sulla pelle. Ma lo Skin Imitator può essere anche spalmato all'interno di un calco piano (flat mould) per ottenere un'applicazione prostetica a trasferimento rapido.
Meno adatto per realizzare trucco per effetti speciali di grandi dimensioni, con lo Skin Imitator è però sempre possibile trattare aree della pelle di dimensioni maggiori. Quantità aggiuntive di Skin Imitator aderiranno infatti perfettamente alle precedenti, permettendo di coprire aree anche di notevoli dimensioni.
Come già detto lo Skin Imitator è un silicone in pasta composto da 3 componenti (anche se vengono forniti 2 componeti "B" uno color pelle e uno trasparente. Tutti i componenti resteranno sempre morbidi fino a quando parti uguali dei componenti A e B non saranno miscelati insieme. Sarà quindi possibile miscelare tra di loro i 2 componenti B in dotazione (1 color pelle e 1 trasparente) per ottenere tonalità di pelle più o meno traslucide.
Una volta miscelati (fare attenzione a non contaminare durante il dosaggio tra di loro i componenti A e B rimasti nel barattolo) si avrà a disposizione circa 5-10 minuti di tempo di lavorazione in funzione della temperatura ambiente (il caldo accorcia i tempi di lavorazione mentre il freddo li allunga).
Durante il tempo di lavorazione lo Skin Imitator resta morbido, facilmente modellabile (es. con spatole per modellare) e ben aderente alla pelle. Se si desidera rendere il composto A+B più morbido e appiccicoso è possibile aggiungere parti del componente C ricordando che più se ne aggiunge a maggiormente morbido e appiccicoso risulterà il trucco dopo la catalisi.
Al termine del tempo di lavorazione lo Skin Imitator assumerà permanentemente la forma modellata assumendo una consistenza morbida e flessibile.
Se si avrà la necessità di modificare il colore dello Skin Imitator consigliamo di aggiungere piccole quantità di coloranti per gomme siliconiche, facendo attenzione a non aggiungere troppo colorante che rischierebbe di togliere l'effetto traslucido del silicone necessario per imitare fedelmente il colore e l'effetto della pelle.
A tal proposito consigliamo di precolorare i tre componenti singolarmente prima della miscelazione, in modo che nelle successive applicazioni del prodotto non si avrà difficoltà a riprodurre la stessa tonalità di colore.

Applicazione dello Skin Imitator

Applicazione dello Skin ImitatorPer ottenere la massima adesione dello Skin Imitator, prima dell'applicazione assicurarsi che la pelle sia pulita e priva di trucco. Consigliamo di utilizzare un tonico astringente per pulire la superficie della pelle prima di lavorare.
A questo punto sarà possibile miscelare il componete A in rapporto 1:1 a uno dei 2 componenti B in dotazione (oppure a una miscela dei 2 componenti B) ed eventualmente aggiungere fino alla stessa quantità di componente C (1A+1B+1C) dello Skin Imitator. Consigliamo di utilizzare piccole quantità di prodotto alla volta. Se si dovrà produrre un effetto sulla pelle esteso, sarà meglio miscelare e aggiungere piccole dosi di prodotto in successione.
Con l'aiuto di una spatolina spalmare il composto sulla zona di pelle che si desidera truccare avendo cura di sfumare accuratamente i bordi in modo da confonderli con la pelle sottostante.
Durante la modellazione lo Skin Imitator comincerà gradualmente a catalizzare, passando da uno stato cremoso e morbido ad una consistenza sempre più solida e gommosa. Se si tenta di sfumare i bordi troppo tardi è possibile che si formino grumi e consistenze indesiderate. Per questo è necessario sempre eseguire la giusta lavorazione al momento più opportuno (es. sfumare i bordi all'inizio).
Una volta che i bordi della protesi saranno ben sfumati con la pelle, lo Skin Imitator avrà già assunto una consistenza più solida e quindi più adatta alla modellazione dei dettagli dell'effetto.
Applicazione dello Skin ImitatorCon l'aiuto di una spatole da modellazione, si comincerà quindi ad incidere sulla superficie dello Skin Imitator per creare l'effetto speciale di trucco desiderato (es. una lacerazione). Sollevando i bordi dell'incisione o rimuovendo parte dello Skin Imitator dalla lacerazione si crea più profondità all'effetto.
Durante la modellazione è possibile tamponare la superficie dello Skin Imitator con alcool isopropilico per lisciare e appiattire alcune zone e per ridurre temporaneamente l'appiccicume del silicone. L'alcool isopropilico infatti non interferisce con il processo di catalisi del prodotto e non lascia residui con l'evaporazione.
In pochi minuti l'effetto speciale di trucco in Skin Imitator concluderà il suo processo di catalisi smettendo di essere appiccicoso fino ad assumere permanentemente la forma modellata. Tuttavia, poco prima che succeda, consigliamo di tamponare con una spugna la superficie dello Skin Imitator per dargli una texture che contribuisca a ridurre la brillantezza del silicone e crei un effetto pelle più realistico.
Applicazione dello Skin ImitatorSe non doveste fare in tempo, è sempre possibile miscelare e aggiungere altro prodotto tamponandolo sulla superficie già catalizzata.
Ricordiamo che se necessario è possibile accelerare la catalisi dell'effetto speciale modellato in Skin Imitator semplicemente trattandolo con una fonte di calore (es. con l'asciugacapelli).
Al termine del lavoro di modellazione, sarà necessario truccare la protesi appena realizzata in Skin Imitator per donargli le complesse colorazioni e sfumature della pelle vera. A tal proposito consigliamo di utilizzare i colori ad alcool che garantiscono la maggiore capacità di adesione e il miglior effetto cromatico sul silicone.
Sarà inoltre necessario aggiungere del sangue artificiale se l'effetto speciale di trucco lo richiede. Il sangue potrà essere inserito all'interno della lacerazione e poi lasciato colare naturalmente. Eventualmente sporcare di sangue anche la pelle vicina alla protesi. Asciugarlo poi con una spugna renderà più realistico l'effetto della ferita.

Applicazione dello Skin Imitator

Riparazione degli effetti speciali in Skin Imitator

Gli effetti speciali realizzati in Skin Imitator sono molto resistenti e non si danneggiano facilmente con calore o umidità. Ma è possibile che i bordi possano perdere aderenza sulla pelle e alzarsi leggermente o che sia necessario dopo una forte sollecitazione eseguire delle riparazioni.
Per quanto riguarda l'eventuale sollevamento dei bordi sarà sufficiente farli riaderire utilizzando un adesivo per protesi in silicone.
Se fosse necessario invece pulire la protesi in Skin Imitator sarà possibile farlo utilizzando uno tampone di catone imbevuto di alcool isopropilico.
Nel caso di danni più gravi, sarà possibile effettuare la riparazione della protesi utilizzando altro Skin Imitator che aderirà perfettamente al precedente già catalizzato.

Tutti i prezzi pubblicati si intendono IVA inclusa. Le informazioni riportate possono essere soggette a modifiche senza preavviso.
Web site design, testi e grafica Copyright © 2010 Antichità Belsito Srl. E' vietata la riproduzione anche parziale.
Antichità Belsito Srl - Sede legale: via Prisciano, 22/A 00136 Roma - Sede operativa: via Giovan Battista Gandino, 34-40 00167 Roma
Tel/Fax 06.39.031.152 - E-mail: info@antichitabelsito.it - P.IVA/C.F. 04458921006